Skip to main content

REATTORE SHUNT PER FERROVIARIO

COMPENSAZIONE DELLA POTENZA REATTIVA DELLA RETE ELETTRICA

Il reattore shunt è il dispositivo più compatto comunemente utilizzato per la compensazione della potenza reattiva nelle lunghe linee di trasmissione ad alta tensione e media tensione sia per le reti aeree che per i sistemi in cavo. Può essere collegato in derivazione rispetto alla linea elettrica e ad un avvolgimento terziario di un trasformatore a tre avvolgimenti. Generalmente il reattore shunt viene collegato in modo permanente, ma in alcuni casi può essere collegato in maniera automatica mediante un interruttore in base alla potenza capacitiva da compensare sulla rete.

GBE ha una elevata esperienza nella la realizzazione di reattanze, non solo shunt, ma anche limitatrici di corto circuito sia per interno che per esterno, reattanze formatrici di neutro, reattanze filtro sia di bassa tensione che media tensione, reattanze spianatrici e reattanze di disaccoppiamento.

Tra le nostre referenze del 2022 segnaliamo la fornitura di un reattore monofase shunt da un 1MVAr in classe 36kV per applicazione ferroviaria. La fornitura è stata fatta ad uno dei maggiori costruttori di infrastrutture in Finlandia, leader sia per la costruzione di strade e ponti che per la realizzazione di linee metropolitane e ferroviarie. Tutta la loro progettazione ingegneristica per l’elettrificazione dei binari, attrezzature di sicurezza e complessi progetti di ingegneria strutturale è realizzata internamente. Il reattore fornito pertanto ha dovuto soddisfare dei requisiti tecnici di componente specifici per il collegamento alla rete elettrica ferroviaria. Il reattore è completo di conservatore, relè buchholz, indicatore di livello olio con due contatti, termometro, immagine termica e nel lato secondario è dotato di trasformatori di corrente per il controllo remoto. L’installazione è esterna e per questo motivo sia la cassa che i radiatori sono stati zincati a caldo e verniciati con una vernice al solvente con elevata resistenza agli agenti atmosferici e basse temperature fino a – 40°C (classe di verniciatura C4).